Quali sono i sintomi della polmonite e le possibili cure?

quali sono i sintomi della polmonite

Quali sono i sintomi della polmonite

Quali sono i sintomi della polmonite
Quali sono i sintomi della polmonite

La polmonite è un’infiammazione dei polmoni che se non viene riconosciuta e curata in tempo e in modo adeguato può compromettere la salute dell’intero organismo. Quali sono i sintomi della polmonite?

Come ben sappiamo i polmoni sono uno degli organi di vitale importanza per il nostro organismo e per la sua sopravvivenza. La funzione dei polmoni, infatti, è quella di fornire ossigeno al nostro organismo oltre a eliminare tossine e anidride carbonica. I polmoni, sono i responsabili degli scambi gassosi fra aria e sangue.

Purtroppo la polmonite rappresenta ancora oggi, anche nei Paesi industrializzati, una delle principali cause di ricovero in ospedale e di morte, soprattutto nelle età estreme della vita.

Che cos’è la polmonite?

Quali sono i sintomi della polmonite

Come già specificato nell’introduzione, la polmonite è un’infezione causata da un batterio o da un virus che attacca gli alveoli polmonari. Il contagio può avvenire attraverso il contatto con una persona o dall’ambiente che ci circonda. La polmonite può interessare un’area particolare dei polmoni o più aree nei casi di patologia più grave.

In linea generale, il contagio avviene con il contatto ( strette di mano o saluti) o tramite le goccioline. In alcuni casi la polmonite può attaccare un soggetto già debole che presenta delle patologie che hanno a che vedere con il malfunzionamento dei polmoni. Si pensi , ad esempio, ai soggetti fumatori o ai fumatori passivi o asmatici. Quali sono i sintomi della polmonite e come fare a riconoscerli tempestivamente?

Quali sono i sintomi tipici della polmonite

Quali sono i sintomi della polmonite

polmonite

Le persone affette da polmonite possono accusare sintomi quali febbre alta, brividi di freddo, insufficienza respiratoria , stanchezza, tosse e inappetenza. In molti altri casi anche la diarrea o la presenza di nausea e dolore toracico possono essere dei sintomi tipici della polmonite. Durante il sonno, si possono registrare rumori anomali o, in alcuni casi, rumori respiratori.

Quali sono i sintomi della polmonite

Se si sospetta di avere la polmonite, ovviamente bisognerà rivolgersi al medico di fiducia che effettuerà tutte le analisi del caso per una diagnosi completa e approfondita. il medico può decidere di richiedere degli esami del sangue per controllare i valori e il numero dei globuli bianchi.

In alcuni casi, qualora le analisi al sangue non fossero sufficienti, il medico può decidere di prescrivere una radiografia del torace per evidenziare l’area o le aree affette dalla polmonite. Un esame radiologico più dettagliato è la Tac e si possono fare colture e test sull’espettorato che viene raccolto per poter isolare batteri o virus. Nelle situazioni più gravi , si viene ricoverati e sottoposti a dei test per i virus e batteri più comuni. 

Se i sintomi della polmonite non dovessero migliorare o se , nella peggiore delle ipotesi, l’infezione dovesse aggravarsi sarà necessario il prelievo di muco.

Cure e fattori di rischio

Quali sono i sintomi della polmonite

La cura della polmonite è soggettiva e dipende unicamente dalle condizioni del paziente e dalla relativa anamnesi. L’approccio medico usuale si basa sulla prescrizione di  un certo tipo di antibiotici efficaci contro tutti i batteri che hanno attaccato i polmoni, causandone l’infezione.

Se la persona che manifesta i sintomi della polmonite e che ne è comunque affetta è stata colpita dall’influenza o dal Covid 19, allora sarà il caso di ricorrere alla somministrazione di un farmaco antivirale e antibiotici.

Se il paziente presenta anche un’insufficienza respiratoria , bisognerà ricorrere alla somministrazione di ossigeno. Ricordiamoci che l’insufficienza respiratoria può essere provocata dall’infezione oppure può essere legato a delle patologie già presenti che con la polmonite si aggravano.

La polmonite può manifestarsi a qualsiasi età. Sicuramente è più comune nelle persone anziane e nei bambini.

I soggetti che fumano o che sono a contatto con il fumo di tabacco sono ad alto rischio di sviluppare polmoniti. Le persone che non si vaccinano per l’influenza sono anch’esse ad alto rischio di infezioni polmonari.

Alcune persone rischiano di sviluppare ancora di più una polmonite poiché hanno una malattia polmonare preesistente, soffrono di malnutrizione, hanno difficoltà nella deglutizione, altri problemi di salute cronici o comunque un sistema immunitario indebolito.

Prevenire è meglio che curare

Quali sono i sintomi della polmonite

Prevenire oggi è meglio che curare domani. Per prevenire l’insorgere di questo disturbo bisogna stare molto attenti. Un possibile modo per prevenire l’insorgere di questa infezione polmonare è un’accurato e frequente lavaggio delle mani, evitare il fumo e l’uso di mascherine  per evitare il contatto con agenti inquinanti o fortemente irritanti. Inoltre, sono disponibili appositi vaccini per prevenire alcune forme di polmonite infettiva.

Molto spesso questa malattia può derivare da fattori genetici, ma la maggior parte delle volte le cause derivano principalmente da uno stile di vita scorretto. Per stile di vita scorretto intendiamo, per questo caso specifico, i soggetti che fumano. Il fumo nuoce gravemente alla salute dei polmoni e non solo. Per migliorare la nostra salute tutto quello che dobbiamo fare e smettere di fumare o quanto meno provare a fumare meno.

Ti è piaciuto l’articolo? Continua a seguirci per rimanere informato.

Ti potrebbe interessare anche: Quali sono i sintomi e le cause della cervicale?