Quali sono i frutti di mare

quali sono i frutti di mare

Quali sono i frutti di mare. Deliziosi e ricercati, i frutti di mare sono una prelibatezza che piace a molti. Perfetti nella pasta o come piatto unico, questi alimenti sono davvero una goduria per il palato di tutti i loro amanti. Ma quali sono i frutti di mare? Cosa sono e come si classificano tali alimenti? Scopriamolo insieme all’interno di questo articolo.

image 39

Cosa sono i frutti di mare?

Quali sono i frutti di mare

I frutti di mare sono considerati come gruppo alimentare al cui interno vi sono molluschi e crostacei, più specificamente quelli provenienti da acqua salata.
I frutti di mare sono deliziosi e si differenziano per alcune caratteristiche peculiari. Esistono ad esempio alcuni  molluschi dotati di conchiglia esterna. In questo caso ci riferiamo alle cozze, oppure alle vongole lumache. Ci sono poi anche le patelle.
Altri frutti di mare sono sprovvisti di conchiglia oppure ne presentano una interna. Questi sono chiamati cefalopodi. Di questa famiglia fanno parte i polpi, i calamari e i totani.

Inoltre, volendo continuare a fornire qualche ulteriore caratteristica degli stessi è possibile dire che alcuni frutti di mare sono bivalvi. Ovvero hanno una conchiglia esterna divisa in due parti simmetriche.
Questo potrebbe essere ad esempio il caso di cozze, vongole e capesante.

Ci sono poi i crostacei. Questi hanno invece un carapace esterno come aragoste e scampi.
Tali ultimi due casi sono costituiti dai cosiddetti crostacei macruri, i quali presentano un’apertura a ventaglio della pinna.

Quali sono i frutti di mare?

Quali sono i frutti di mare

quali sono i frutti di mare
Quali sono i frutti di mare

Abbiamo appena fornito qualche informazione abbastanza generica circa quali siano i frutti di mare. Vediamone un elenco abbastanza completo:

Tra i molluschi ci sono: polpo, seppia, calamaro, moscardino, riccio di mare, totano, piovra, chiocciole, lumache, patelle,  orecchie di mare, cuore, murice, sconcigli, pomodori di mare, buccini, limone di mare, lupini, percebes, cozze, vongole, fasolari, telline, canolicchi, capesante, canestrelli, tartufi di mare, datteri di mare, ostriche.

crostacei invece comprendono scampi, aragoste, astici, granchi, canocchie, gamberi, granceola, corbola.

Le proprietà nutritive dei frutti di mare

Quali sono i frutti di mare

Mangiare frutti di mare soddisfa molto il palato degli amanti di pietanze a base di pesce. Ma conosciamo quali sono i valori nutrizionali di questa categoria di alimenti?

image 40

I molluschi sono ad esempio tra gli alimenti con il maggior quantitativo di ferro. Proseguendo potremmo dire che tutti i frutti di mare contengono una percentuale davvero bassa di grassi, il che li rende molto salutare. Nel caso in cui però contengano grassi, in ogni caso contengono grassi sani come l’Omega-3.
Al di là di ciò, i frutti di mare apportano una grande dose di vitamine, tra cui la vitamina B12, e sali minerali come ad esempio il selenio e lo zinco.

L’alto apporto di sodio di questi animali marini, è sicuramente un fattore da prendere in considerazione. Questo che può essere un aspetto più o meno positivo a seconda delle condizioni di salute di ognuno.

Quali sono i frutti di mare

Inoltre possiamo dire che i frutti di mare apportano un quantitativo calorico sorprendentemente basso. Per questo sono perfetti in diete a basso contenuto calorico.
Nel caso però dei molluschi bivalvi è possibile riscontrare un tasso di colesterolo leggermente alto. Per tale motivo è necessario riporre molta attenzione a ciò soprattutto nel caso in cui si voglia seguire un’alimentazione sana.

Quindi, allo stesso modo è necessario ridurne il consumo in caso di ipertiroidismo e insufficienza renale, rispettivamente per gli alti tassi di iodio e potassio.
Infine, è consigliabile evitare il consumo da crudi per non rischiare infezioni come la salmonella, l’escherichia coli e il Proteus.

Come cucinare i molluschi?

Quali sono i frutti di mare

Ora che abbiamo compreso quali siano tali alimenti e quali le loro caratteristiche possiamo passare ad individuare qualche piccolo consiglio per cucinarli al meglio, mantenendo il loro gusto marino e le loro proprietà invariate.

image 41

Sicuramente tra le ricette più diffuse, conosciute e amate ci sono i primi piatti di pesce con questi frutti marini.

Impossibile allora non citare i rinomatissimi spaghetti con tali molluschi. O gli ancor più tradizionali scialatielli con le cozze. In ogni caso, ci riferiamo a dei primi piatti deliziosi che richiedono una cottura dei molluschi in un gustoso guazzetto.

Si potrà scegliere se realizzare un sughetto macchiato con del pomodorino, oppure se preferire lasciare la pasta semplicemente ad un condimento di prezzemolo e olio. Il consiglio è sicuramente quello di far cuocere preventivamente i molluschi così che il calore permetta loro di “aprirsi”. Solo a quel punto si potrà iniziare a condire i frutti di mare e a preparare gustosi piatti a base di sapore marino.

In ogni caso è necessario prima di tutto lasciare un po’ in ammollo i frutti di mare così che rilascino eventualmente sabbia contenuta al loro interno. Si tratta di una fase molto importante, necessaria prima di iniziare a cucinare i frutti di mare.

Nel caso in cui non si voglia evitare di accostare i molluschi in questione ai carboidrati della pasta è possibile preparare semplicemente dei sauté di vongole e/o cozze o altri molluschi.

Ti potrebbe interessare anche: Quali sono i pesci magri adatti alla dieta?