Quali sono i farmaci antivirali più importanti

immagine inevidenza

Quali sono i farmaci antivirali

quali sono i farmaci antivirali
Quali sono i farmaci antivirali

La salute prima di tutto. Nella vita di tutti i giorni il nostro corpo è sempre sotto attacco da parte di potenziali virus. Da questo punto di vista, l’emergenza sanitaria del Covid 19 ci ha messo in guardia e ci ha reso molto più responsabili. I farmaci antivirali vengono utilizzati per contrastare particolari infezioni causate da virus che attaccano in nostro corpo andando a inficiare il nostro sistema immunitario. Ma quali sono i farmaci antivirali? A cosa servono nello specifico?

Farmaci antivirali: quali sono e perché utilizzarli

Quali sono i farmaci antivirali

Come abbiamo già detto, i farmaci antivirali sono dei particolari farmaci che servono per combattere le infezioni causati da virus. Possono essere chiamati antimicrobici, inclusi anche gli antibiotici. Tali farmaci sono particolarmente attivi contro malattie di origine batterica. In particolare, agiscono rallentando la prima fase di diffusione dell’infezione nell’organismo. Infatti, è proprio in questa prima fase che avviene la moltiplicazione del virus. I farmaci antivirali, agendo in questa fase, impediscono ciò ed evitando la loro possibile propagazione e sviluppo nell’organismo.

Ma quali sono i farmaci antivirali più importanti? Devi sapere che ne esistono moltissimi tipi , ognuno dei quali specifico per combattere un particolare tipo di virus:

  • antivirus influenzali
  • anti HIV
  • farmaci antivirus epatici
  • Farmaci contro i virus della famigliaPoxviridae

Alla prima categoria di antivirali appartengono tutti quei farmaci come ad esempio amantadina, zanamivir e oseltamivir attivi contro i virus stagionali causati dall’influenza. Alla seconda categoria, invece, appartengono a zidovudina o AZT, il fosamprenavir e il metilsoprinolo.

Tali farmaci sono particolarmente attivi nella lotta contro il virus dell’HIV. Abbiamo anche gli antivirus epatici come gli interferoni, per il trattamento di diversi tipi di epatiti e la ribavirina, utilizzata contro l’epatite cronica. Infine, nell’ultima categoria troviamo la trifluridina e il metisazone . Questi farmaci sono particolarmente utili nella lotta contro infezioni che vanno a attaccare la pelle, causando lesioni cutanee o pustolose.

Assumere i farmaci antivirali

Quali sono i farmaci antivirali

quali sono i farmaci antivirali
Quali sono i farmaci antivirali

Generalmente questa tipologia di farmaci esiste in commercio sotto forma di compresse. Ovviamente, deve essere il medico di famiglia o comunque un medico specializzato a prescriverli. Il fai da te in questo contesto non è previsto. Sono dei trattamenti molto potenti che bisogna assumere con cautela. Oltre alla classica tipologia in compresse, esistono in commercio moltissime altre tipologie ad esempio le creme o le iniezioni.

Come già menzionato, questi farmaci si assumo sotto prescrizione medica e seguendo scrupolosamente le istruzioni date dal medico. Non seguirle potrebbe ridurre l’assorbimento del farmaco o rendere inutile il trattamento o spingere l’organismo a sviluppare una sorta di “resistenza” contro il farmaco stesso.

La durata e la posologia del trattamento possono variare a seconda del paziente e del suo quadro clinico. Ad esempio, il virus HIV necessita di un trattamento che può anche durare degli anni.

Quali possono essere le controindicazioni?

Quali sono i farmaci antivirali

Come ogni medicinale che esiste in commercio, anche questa tipologia di farmaco ha delle controindicazioni molto pericolose per il nostro organismo. Tali effetti indesiderati possono essere ad esempio:

  • problemi metabolici
  • disturbi gastrointestinali
  • disturbi centrali
  • disordini metabolici
  • diminuzione di globuli bianchi, rossi o piastrine

Soprattutto se siamo in gravidanza, dobbiamo prestare attenzione al tipo di trattamento: alcuni di questi farmaci potrebbero far male sia alla madre sia al bambino.

Qualche piccolo considerazione

Quali sono i farmaci antivirali

A tale proposito, l’ OMS ha espresso un suo parere. L’organizzazione mondiale della Sanità ritiene indispensabili metterci a corrente del fatto che i farmaci antivirali devono essere utilizzati con cautela e soltanto in casi particolari. L’OMS ha ribadito che gli antivirali debbano essere limitati a casi selezionati come ad esempio pazienti con patologia cronica di base associata a sospetta o confermata infezione da virus influenzale (ad esempio polmoniti o sepsi ).

Un’altra cosa importante è che gli antivirali non devono essere utilizzati come sostituti del vaccino. Vanno , inoltre, assunti sotto prescrizione medica e tempestivamente, sempre nel rispetto del dosaggio consigliato. Non bisogna mai eccedere con le dosi.

Covi 19: le cure consigliate

Quali sono i farmaci antivirali

L’emergenza da Covid 19 sta mettendo a dura prova tutto il nostro sistema sanitario. Fortunatamente, i molti vaccini che sono stati prodotti e la professionalità dei nostri medici faranno la differenza. Grazie alle ricerche fatte durante l’epidemia, sono state trovate diverse terapie efficaci per combatterlo, ma non risolutive. Infatti, nonostante la pandemia da COVID-19 sia in corso ormai da 11 mesi, non esistono farmaci specifici per trattare l’infezione da SARS-CoV-2.

Tra i farmaci che possono aiutare contro il virus troviamo gli antivirali che servono per impedire al virus di replicarsi nelle cellule. Sono utilissimi soprattutto in fase precoce. In particolare, in questo senso è stata dimostrata l’efficacia del Remdesivir, in grado di ridurre quasi drasticamente i tempi di degenza.

Ci sono moltissimi vaccini che aiutano a contrastare o quanto meno diminuire la degenza in caso di contagio del virus. Ovviamente non parliamo di immunità completa, ma di una sorta di protezione dai sintomi più gravi che il Covid 19 manifesta al momento del contagio e della degenza.

Ti è piaciuto l’articolo? Conoscevi questi farmaci? Se questa tipologia di articoli ti piace continua a seguirici per rimanere aggiornato.

Ti potrebbe interessare anche: Quali sono i farmaci antinfiammatori