Quali sono le farine senza glutine

Quali sono le farine senza glutine

La celiachia è un disturbo che colpisce molti. Si tratta di un’intolleranza al glutine che impedisce l’assunzione di tale sostanza causa una difficoltà di digerirla o sintetizzarla. Tale malattia o disturbo può manifestarsi in forme più o meno gravi. In ogni caso, quando ci si trova al cospetto di una simile condizione è necessario alimentarsi in modo corretto, avendo cura di assumere i giusti alimenti. Esistono infatti categorie di alimenti specifici, perfetti per questo tipo di alimentazione.

Quali sono le farine senza glutine

Si tratta dei prodotti privi di glutine. In commercio è possibile reperire farine, prodotti da forno, pasta e dolciumi con tale caratteristica. Oggi però ci focalizzeremo principalmente sulle farine senza glutine, cercando di capire quali sono le farine senza glutine più diffuse. Riuscire ad orientarsi in questo modo potrebbe essere abbastanza difficile e dispersivo. Per questo motivo è molto importante riuscire a comprendere con assoluta chiarezza cosa si intenda per farine prive di glutine prima di procedere con qualsiasi tipo di ulteriore spiegazione.

Cosa sono le farine senza glutine?

Quali sono le farine senza glutine

Quando parliamo di farine senza glutine ci riferiamo a speciali tipologie di farina dalle quali è stato eliminato il glutine. In particolare il riferimento è a prodotti al cui interno non sono presenti sostanze quali ad esempio il frumento e/o l’orzo. Parlare però di farine senza glutine richiede un altro tipo di attenzione. Le farine senza glutine sono date dalla miscela di ingredienti privi naturalmente di glutine. Si tratta di farine alle quali vengono aggiunti altri ingredienti al posto dell’orzo o del frumento. Questo è ad esempio il caso della farina di riso, o della farina di mais.

In commercio esistono diverse tipologie di farine senza glutine. Tante sono le ricette base dalle quali nasce la farina senza glutine. Il processo produttivo di fondo è complesso e fondato su una serie di ricerche specifiche. Miscelando varie tipologie di ingredienti è possibile così ottenere un composto finale che possa essere saporito e facilmente lavorabile.

Quali sono le farine senza glutine: caratteristiche

Quali sono le farine senza glutine

Secondo le dichiarazioni rilasciate da un’esperta della questione, Aurore Ranchon, Head of Corporate Product Development Gluten Free di Dr. Schär, azienda specializzata in prodotti senza glutine, è emerso che: «Durante lo sviluppo del prodotto viene valutato il profilo nutrizionale per avvicinarsi il più possibile a quello di una farina di frumento, tramite la scelta di una miscela di ingredienti che apporti fibre, proteine e nutrienti in modo bilanciato. Le caratteristiche sono quindi per lo più simili al prodotto tradizionale, anche se a seconda della referenza di farina ci possono essere delle differenze (per esempio più fibre, o meno proteine rispetto al corrispettivo “glutinoso”)».

Le farine senza glutine

Quali sono le farine senza glutine

Cerchiamo ora di comprendere quali siano le principali tipologie di farine senza glutine:

Farina di teff

Quali sono le farine senza glutine

La farina di teff proviene da un piccolo cereale privo di glutine. Si tratta di un graminaceo scuro o di color avorio. Esso è molto molto simile al seme di papavero. E’ assai ricco di proteine, ma non solo, anche di amminoacidi essenziali e calcio. Dalla sua lavorazione si ottengono farine di colorazione differente ma con le medesime proprietà nutritive.

Tale farina ha un basso indice glicemico ed è molto digeribile. Tale farina viene utilizzata per la preparazione l’injera, un tipo di pane tradizionale della cucina tipica etiope, ma è perfetta anche per preparare frolle, paste brisèe, biscotti e pane.

Farina di riso

Si ottiene dal riso. A differenza di quella di grano, questa farina è composta principalmente da amidi e carboidrati aventi un alto indice glicemico.

È povera di proteine, e per questo motivo non è propriamente adatta per la realizzazione di prodotti da forno. In compenso però è perfetta come addensante e viene utilizzata soprattutto in ricette sia dolci che salate, ma anche per fare delle impanature.

Farina di sorgo

Quali sono le farine senza glutine

La farina di sorgo invece si produce da un cereale tipico dell’Africa. Prodotto negli USA ma poco diffuso in Italia.

La sua farina è naturalmente senza glutine. Esso ha un basso indice glicemico, il che lo rende altamente digeribile. Inoltre è una buona fonte di vitamine e sali minerali. Questa farina viene di solito utilizzata per preparare pane, pizza e pasta frolla.

Farina di ceci

Un altro tipo di farina senza glutine è la farina di ceci. Si tratta di un preparato ricco di nutrienti provenienti dal legume da cui essa è prodotta. Si tratta di una perfetta fonte di fibre, con un sapore dolciastro ma che si abbina molto bene anche a lavorazioni salate.

Serve generalmente per preparare prodotti da forno, ma anche polpette, panelle, frittate vegane, o come addensate per salse e sughi.

Farina di grano saraceno

Molto in voga in piatti vegetariani e vegani è la farina di grano saraceno. Questa  non si ottiene né da un cereale né dal grano ma da una pianta appartenente alla famiglia del rabarbaro. Si tratta di una farina dal gusto amarognolo e deciso che ha conquistato tutti pian piano.

Essa serve per la preparazione di alcune ricette come i pizzoccheri valtellinesi, ma in generale può essere impiegata anche per la realizzazione di altri tipi di prodotti.

Ti potrebbe interessare anche: Quali sono le farine forti