Quali sono i venti caldi e in quale zona soffiano

compass 148617 1280

Quali sono i venti caldi. Oggi parliamo del vento, uno dei quattro elementi più importanti per il nostro pianeta. La Rosa dei Venti ci dice che esistono diversi tipi di venti. La tipologia di vento presente in una determinata area geografica dipende dal tipo di clima di quella particolare zona. I venti possono essere caldi, umidi, secchi, freddi o estremamente freddi. Tutto dipende dalle particolari zone climatiche. Nell’articolo di oggi ci soffermeremo sui venti caldi. Quali sono i venti caldi? Che cos’è il vento e quali sono le sue caratteristiche più importanti?

Che cos’è il vento e come si forma

Quali sono i venti caldi

Prima di capire quali sono i venti caldi, dobbiamo capire che cos’è il vento e da cosa ha origine questo particolare fenomeno atmosferico. I venti si formano dalla differenza di pressione tra due zone dell’atmosfera. Lo spostamento di masse d’aria di un certo spessore dà origine al vento. Per conoscere e classificare meglio questo fenomeno dobbiamo capire l’intensità del vento e la sua direzione. Un valido aiuto è sicuramente la famosa Rosa dei Venti che ci permette di classificare i vari tipi di vento a seconda della loro intensità caratteristiche e zona climatica.

quali sono i venti caldi

La Rosa dei Venti è una raffigurazione a stella, basata sui quattro punti cardinali, che in un certo senso sintetizza le direzioni rappresentate da una semplice bussola. Secondo tale raffigurazione, i venti della zona del Mediterraneo sono i seguenti:

Quali sono i venti caldi

  • Tramontana  
  • Grecale
  • Levante
  • Scirocco
  • Ostro
  • Libeccio
  • Ponente
  • Maestrale

A questi venti bisogna aggiungere anche il Fohn, vento di caduta che si innesca nelle zone pedimontane delle Alpi ed Appenniniche. Prodotto dall’incontro tra una massa di aria umida e un qualsiasi ostacolo.

I venti caldi

Quali sono i venti caldi

Adesso che abbiamo spiegato che cos’è il vento, possiamo concentrarci su quali sono quelli caldi. Tra quelli che abbiamo elencato prima, alcuni possono essere inseriti in questa categoria. Tra i venti caldi più conosciuti esiste ostro (vento caldo che soffia da sud) e lo scirocco, un vento molto temuto nella stagione estiva perché rende le giornate molto calde e afose.

Lo scirocco determina un considerevole aumento delle temperature, soprattutto nella stagione estiva e in particolari zone climatiche come ad esempio la Sicilia, che è una delle regioni italiane più calde in assoluto. Ci sono poi altri venti che possono essere considerati freddi o umidi e sono caratteristiche di una determinata zona climatica.

La Rosa dei venti e le classificazioni dei venti

quali sono i venti caldi
Quali sono i venti caldi

Quali sono i venti caldi

La Rosa dei Venti è uno strumento molto importante che ci permette di comprendere al meglio le caratteristiche e le principali classificazione di tutti i venti.

Dobbiamo ricordare che ci sono diversi tipi di venti con ognuno delle caratteristiche precise che li rendono diversi l’uno dall’altro. Secondo la classificazione che ci fornisce la Rosa dei Venti, tra l’altro molto specifica ed esaustiva, i principali tipi di vento sono i seguenti:

  • Nord anche detto settentrione, mezzanotte, borea o tramontana
  • Sud anche detto meridione, mezzogiorno oppure ostro
  • Est anche detto oriente o levante
  • Ovest anche detto occidente o ponente

Tra i quattro punti cardinali principali si possono fissare 4 punti intermedi:

  • Nord-Ovest anche detto maestrale
  • Nord-Est anche detto grecale
  • Sud-Est anche detto scirocco
  • Sud-Ovest anche detto libeccio
  • Questi quattro uniti ai quattro punti cardinali formano la rosa dei venti a 8 punte.

La Rosa dei venti più semplice è quella a 4 punte formata dai soli quattro punti cardinali.

Caratteristiche dei principali venti caldi

Quali sono i venti caldi

In questo articolo il nostro focus principale sono i venti caldi. In questa categoria troviamo, come abbiamo già detto, lo scirocco e l’ostro vediamo insieme le loro principali caratteristiche.

Scirocco

Lo scirocco è uno dei principali venti caldi. In linea generale, possiamo dire che è tra il più temuto soprattutto durante la stagione estiva. Infatti, è un vento caldo proveniente da Sud-Est che proviene dal Sahara e da altre regioni del nord Africa. Esso ha origine da masse d’aria tropicali calde e secche trascinate verso nord da aree di bassa pressione in movimento verso est sopra il Mediterraneo.

L’aria calda e secca si mischia con quella umida del movimento ciclonico presente sul mare ed il movimento in senso orario spinge questa massa d’aria sulle coste delle regioni del sud Europa.
Lo scirocco secca l’aria ed alza la polvere sulle coste del Nord Africa, causa tempeste sul mar Mediterraneo e tempo freddo ed umido nel resto dell’Europa.

Molte persone attribuiscono a questo vento effetti negativi sulla salute per via del caldo e della polvere.

Ostro

Il suo nome deriva dal Latino Auster ovvero Vento Australe. L’ostro è un vento che soffia da Sud nel Mediterraneo è un vento caldo e umido portatore di piogge. I suoi effetti sul clima italiano sono piuttosto deboli e poco sensibili. Viene identificato anche come Mezzogiorno, dato che appartiene alla categoria dei venti responsabili delle alte temperature.

Ti è piaciuto questo articolo? Cosa ne pensi? Facci sapere nei commenti! La tua opinione è molto importante per noi!

Ti potrebbe interessare anche: Quali sono i mari del Sud?