Quali sono i tumori fulminanti e le possibili cure

Quali sono i tumori fulminanti

Quali sono i tumori fulminanti

I tumori sono ormai una delle grandi delle grandi piaghe che affliggono l’umanità Fortunatamente, i progressi fatti dalla medicina e in ambito oncologico in questi anni ha migliorato la situazione e alzato il tasso di guarigione dei pazienti. Tuttavia, c’è ancora troppa gente che muore a causa di un tumore. I tumori non guardano i faccia nessuna e possono colpire a qualsiasi età. Quali sono i tumori fulminanti?

Cosa sono i tumori e perché alcuni sono fulminanti?

Quali sono i tumori fulminanti

Con il termine tumore o cancro si fa riferimento a un’unica malattia, ma a un gruppo di patologie diverse tra loro e che possono interessare la maggior parte o tutte le cellule del nostro corpo. Come si forma un tumore?

In pratica le cellule del nostro corpo crescono e si dividono in nuove cellule. quando invecchiano o si danneggiano, muoiono dando vita a delle cellule nuove. Se questo processo subisce un’anomalia, queste cellule possono trasformarsi in tumori. Tali cellule danneggiate, infatti, sopravvivono dividendosi e moltiplicandosi a tal punto da creare un accumulo di cellule che chiamiamo tumore.

I tumori possono essere solidi, quando sono masse di tessuto, ma anche liquidi, come nel caso dei tumori che attaccano il sangue.

I diversi tipi di tumore

Quali sono i tumori fulminanti

Parlando di tumore, dobbiamo fare una distinzione tra:

  • tumori benigni
  • tumori maligni

Nel primo caso , la situazione è, in un certo senso più gestibile. Questo perché è vero che si assiste a una sorta di proliferazione delle cellule ma esse rimangono delimitate entro un’area specifica senza creare metastasi. Inoltre, le cellule mantengono il tessuto originario che le ha generate. una volta rimossi, i tumori benigni non tendono a recidivare come invece fanno spesso i tumori maligni.

Nel secondo caso, invece, assistiamo a un processo di proliferazione cellulare decisamente più marcato. I tumori maligni vengono definiti “cancro”. Il cancro invade i tessuti e gli organi circostanti attraverso la formazione delle cosiddette metastasi. Le cellule che formano i tumori maligni sono assolutamente in grado di aggirare il sistema immunitario. Infatti, sebbene il sistema immunitario hanno la capacità di proteggere il nostro organismo da potenziali attacchi da parte di virus o la presenza di cellule dannose, tuttavia non è in grado di fermare il tumore, in quanto le sue cellule sono in grado di “nascondersi”.

Questa è una storia che raccontano molte persone affette da tumore maligno: nonostante i diversi controlli follow- up, i tumori sono rimasti latenti nel tempo e quando i medici sono riusciti a diagnosticarli erano già all’ultimo stadio.

I tumori fulminanti

Quali sono i tumori fulminanti

Parlando di tumori maligni, spesso e volentieri ci ritroviamo a parlare di tumori fulminanti. Quali sono i tumori fulminanti? Prima di tutto bisogna partire dallo spiegare cosa siano i tumori fulminanti. Lo stesso aggettivo , in realtà , spiega molto bene la gravità della situazione. L’aggettivo “fulminante” significa che il tumore è prima di tutto maligno e secondariamente aggressivo e molto difficile da contrastare. Tra i tumori fulminanti troviamo la leucemia, il tumore al cervello, al pancreas , al fegato e ai polmoni insieme a tutte le tipologie di tumore che attaccano il sangue.

I segnali che indicano la presenza di tumore

Quali sono i tumori fulminanti

Quali sono i tumori fulminanti

Molto spesso si dice che i tumori sono silenziosi e che amano nascondersi. Sono in grado persino di prendersi gioco del nostro sistema immunitario, che è praticamente perfetto. Molti tumori, soprattutto se parliamo di tumori fulminanti e , quindi maligni, non manifestano nessun sintomo e spesso non vengono messi in evidenza dagli esami di prevenzione più potenti. Non danno alcun segnale e si palesano quando meno ce lo aspettiamo. Tuttavia, ci sono alcuni segnali che è bene non sottovalutare. Ad esempio:

  • perdita di peso
  • affaticamento
  • sudorazioni notturne
  • nausea e vomito
  • sangue nelle urine
  • sangue nelle feci
  • dolore persistente
  • tosse cronica
  • linfonodi ingrossati
  • alterazioni delle normali abitudini intestinali
  • presenza di tosse cronica
  • neoformazione sulla pelle che cambia

Questi sono alcuni segnali a cui prestare attenzione. In caso della presenza di uno o più di questi sintomi avvertire immediatamente il proprio medico.

Diagnosi, cure e esami specifici

Quali sono i tumori fulminanti

Prevenire è meglio che curare, soprattutto se parliamo di tumore. La diagnosi precoce , a volte, è la salvezza soprattutto se parliamo di tumori al seno. Per quanto riguarda la tipologia di esami, tra cui la PET, la risonanza magnetica, la TAC con il contrasto e , inoltre anche specifiche analisi del sangue possono palesare la presenza di un tumore che può variare di gravità a seconda dello stadio in cui si trova.

A oggi le cure più efficaci sono la chemioterapia, una terapia personalizzata e la radioterapia che permettono di combattere il tumore allungando e migliorando la vita dei pazienti. Anche l’intervento chirurgico seguito o preceduto da uno di questi trattamenti può fare la differenza.

Molto spesso questo periodo spaventa chi lo vive e la famiglia che assiste queste persone. Ancora più grave è quando a patire tutto ciò è un bambino indifeso. Non bisogna mai perdere la speranza nella medicina e nella scienza. A oggi, la maggior parte delle malattie sono state sconfitte dalla scienza e da tutte le cure che sono state ideate da bravissimi medici sia italiani che stranieri. Dobbiamo solo avere fiducia e essere ottimisti!

Se hai trovato questo articolo interessante, continua a seguirci!

Ti potrebbe interessare anche: Quali sono gli alimenti antitumorali