Quali sono i giorni fertili dopo il ciclo?

Quali sono i giorni fertili dopo il ciclo

Quali sono i giorni fertili dopo il ciclo

Conoscere il proprio corpo e sapere quali sono i giorni fertili dopo il ciclo è un aspetto che ogni donna deve conoscere.

La fertilità di una donna cambia durante i suoi cicli mestruali, ma non c’è modo per una persona senza consapevolezza dell’ovulazione o conoscenza del proprio sistema riproduttivo di sapere quando sarà più ricettiva a concepire di nuovo in un dato mese, perché queste cose cambiano da donna a donna in modo troppo grande a seconda di dove viviamo geograficamente parlando! Il mio consiglio: se possibile, cercate di non fare affidamento solo sul tirare a indovinare, perché anche con un tempismo accurato i nostri corpi riescono a volte a fare sorprese inaspettate durante la copulazione.

Sia che tu desideri avere una gravidanza o evitarla devi conoscere esattamente quali sono i momenti in cui l’ovulazione fa il suo corso. Scopriamoli insieme!

Come funziona il ciclo mestruale?

Quali sono i giorni fertili dopo il ciclo

Ogni 28 giorni circa il corpo di ogni donna compie il ciclo mestruale. L’ipofisi stimola la produzione dell’ormone FSH che a sua volta stimola lo sviluppo di altri follicoli che contengono al cellula uovo e la loro produzione dell’ormone femminile: l’estrogeno. Questo ormone causa l’ispessimento della parete uterina e crea un ambiente favorevole allo sperma. In questo momento avviene la cosiddetta sindrome premestruale che porta sintomi diversi da donna a donna che vanno dalla ritenzione idrica, alla tensione mammaria.

I livelli sempre più alti di estrogeno stimolano la produzione di di un altro ormone chiamato ormone luteinizzante. Questo ormone innesca l’ovulazione attraverso il rilascio dell’ovulo maturo dall’ovaio. L’ovulazione, fenomeno che avviene dopo 14 giorni dall’inizio del ciclo, è la fuoriuscita dell’uovo dal follicolo e il suo posizionamento all’interno dell’utero. All’interno di questo periodo la donna tende a sentirsi più femminile e attraente. L’ovulazione avviene normalmente da 24 a 36 ore dopo il picco di ormone luteinizzante.

L’ovulo può essere fecondato soltanto entro le 24 ore successiva all’ovulazione. Se non viene fecondato la parete uterina si stacca portando con sé la cellula uovo che non è stata fecondata. Questo genera la perdita di sangue tipica del ciclo mestruale per circa 7 giorni, a seconda delle caratteristiche fisiche della donna.

Immediatamente dopo l’ovulazione il corpo inizia a prepararsi all’arrivo del nuovo ciclo mestruale impiegando 2 settimane prima di comparire.

Che cosa succede dopo le mestruazioni?

Quali sono i giorni fertili dopo il ciclo

Generalmente i giorni fertili dopo il ciclo sono quelli tra il 12esimo e 17esimo giorno del ciclo. Il giorno esatto cambia a seconda delle condizioni fisiche della donna. L’attimo in cui la donna è più fertile coincide con il momento in cui l’ovulo scende dalla tuba, quindi giorno dell’ovulazione e il giorno precedente. Non è un meccanismo perfetto e le variabili sono sempre in gioco. Tenendo sotto controllo il proprio ciclo mestruale è possibile individuare i giorni fertili del proprio ciclo con maggiore precisione.

Al di fuori di questo ‘intervallo di fertilità’ di circa sei giorni, le possibilità di rimanere incinta sono basse.

Quanto dura l’ovulazione?

Quali sono i giorni fertili dopo il ciclo

L’ovulazione come abbiamo spiegato è quel momento in cui il follicolo libera la cellula uovo, pronta per essere fecondata. Fuori dal follicolo l’ovocita può entrare in contatto con gli spermatozi. Il periodo in cui è possibile avere una gravidanza dura di più perché lo spermatozoo sopravvive all’interno dell’utero per 72-96 ore. I rapporti sessuali che vanno oltre questo periodo non portano ad una gravidanza.

Se desideri rimanere incinta le probabilità aumentano nel caso in cui i rapporti sessuali si consumano nella fase pre-ovulatoria. In questo caso se gli spermatozoi maschili restano attivi potranno fecondare la cellula uovo una volta entrati in contatto.

Il punto di massima fertilità si raggiunge nella fascia di età che va dai 20 anni e all’inizio dei 30 anni. Dalla metà dei 30 anni in poi la fertilità continua a scendere fino a raggiungere la menopausa. Dopo la menopausa non è più possibile rimanere incinta in modo naturale.

In questa fascia di età in particolare inizia a diminuire il numero degli ovuli prodotti. Infatti dall’inizio dei cicli mestruali ogni mese 1000 ovuli muoiono. Nello sviluppo della vita di una donna si contano 500 ovuli in forma matura rilasciati dalle ovaie. Quando questa riserva di ovuli si esaurisce, le ovaie interrompono la produzione di produrre estrogeno e la donna arriva alla menopausa.

Ti potrebbe interessare anche: Quali sono i nomi più trendy del 2021?