Quali sono i fattori della produzione

Quali sono i fattori della produzione

Sapere come funziona la nostra economia è molto importante. Dall’economia di un paese e dalla sua gestione si capisce se la popolazione sta bene e se c’è ancora bisogno di apportare qualche miglioramento.

image 107

La produzione è un’insieme di tutte le attività volte a creare dei beni e dei servizi cercando di offrire valore al cliente. Ma quali sono i fattori della produzione? La produzione viene sempre intesa come processo in più fasi.

I fattori della produzione

Quali sono i fattori della produzione

I fattori della produzione sono quattro: natura, il lavoro, il capitale e, infine, l’organizzazione. In riferimento al primo, cioè la natura possiamo dire che , al contrario di ciò che pensiamo, è la natura a forni all’umanità le risorse primarie di cui ha bisogno. A questo proposito, bisogna menzionare i fattori naturali , prodotti dalla natura.  Il loro insieme può essere definito come terra. Sono fattori naturali tutte le attività estrattive, gli elementi climatici, le coltivazioni del fondo, le aree edificabili e coltivabili. Tutti questi sono beni possono essere usati una sola volta, proprio perché di origine naturali. Sono delle risorse da usare con cautela e nel rispetto delle leggi della natura.

Il capitale è l’insieme delle risorse materiale che un’impresa decide di mettere a disposizione o di investire nel processo di produzione di beni o servizi. Può essere sotto forma differenziata ( macchinari o attrezzi) o sotto forma indifferenziata (denaro). Inoltre, il capitale è costituito da :

  • Beni strumentali
  • Importo monetario

Quali sono i fattori della produzione

I primi vengono impiegati nel processo produttivo. L’importo monetario, invece, rappresenta tutta la liquidità necessaria per le spese di produzione.

image 106

Tra i fattori di produzione più importante troviamo anche il lavoro. Il lavoro è costituito da tutte quelle attività atte alla produzione. Possono essere definite come una sorta di prestazioni fisiche o intellettuali da parte di un individuo o gruppi di individui. E’ un fattore produttivo particolare perché è l’unica fonte in grado di produrre ricchezza. Per Marx e per i marxisti, il lavoro assume un ruolo centrale.

Tale ruolo va assolutamente tutelato, così come vanno tutelati tutti i produttori di “lavoro”. La “forza – lavoro” deve essere protetta e tutelata con le leggi adeguate. La nostra Costituzione pone il lavoro come nucleo fondamentale su cui basare il nostro Paese.

Infine, l’organizzazione. Un’attività portata avanti dall’imprenditore avente come fine la combinazione di fattori produttivi, assumendosene tutti i rischi. Il ruolo dell’imprenditore è quello di decidere quanto, cosa, come e per chi produrre, acquistare i fattori produttivi necessari, assumersi i rischi economici dell’attività svolte.

L’imprenditore ha come compito quello di produrre beni e servizi in relazione alla domanda e all’offerta del mercato.

Il ruolo dell’azienda

Quali sono i fattori della produzione

quali sono i fattori della produzione

La realtà economica di un paese pone al centro dell’attenzione l’azienda. L’azienda, guidata da un’impresario, ha il compito di produrre beni e servizi per la collettività, rispettando i principi del mercato e la relativa domanda- offerta.

L’impresa può essere pubblica o privata. La prima nasce   per soddisfare i bisogni collettivi. In particolare, offrono beni e servizi di interesse pubblico, assicurano la sopravvivenza di industrie di interesse strategico e impediscono la formazione di monopoli privati. L’azienda si occupa in prima linea dell’organizzazione dei fattori di produzione elencati.

L’azienda è un’ente costituito da imprenditore e collaboratori il cui compito è quello di produrre su larga scala per l’economia. Il suo compito principale è ,dunque, la produzione e lo scambio di beni o di servizi. Possiamo dire, quindi, che l’azienda è un’unità di produzione centrale nel sistema economico capitalistico che si occupa di produrre beni e servizi, distribuire i redditi alle famiglie e contribuire alla ricerca tecnologica. L’organizzazione dei fattori di produzione è affidata all’imprenditore.

I ruolo del Governo

Anche il Governo di un paese ha un ruolo significativo. Come abbiamo già detto nel precedente paragrafo, le imprese sono le protagoniste dello sviluppo economico, ma anche il Governo deve intervenire. L’intervento del Governo consiste ne favorire la crescita economica, creare lavoro, contribuire allo sviluppo economico anche dell’azienda attraverso misure specifiche. Le leggi di un Paese dovrebbero essere a favore delle aziende, aiutarle a trovare il personale qualificato per le attività dell’azienda e anche per assumerle e metterle in regola. Molto spesso alle aziende viene negato tutto ciò.

Non hanno la possibilità di far lavorare i sicurezza i propri operai o di assumere giovani apprendisti per inserirli nel mondo del lavoro. Tutto questo perché il Governo si interessa poco o , a volte, per niente delle imprese presenti nel territorio nazionale. Spesso gli imprenditori si ritrovano a fare delle scelte molto difficili tra cui. ad esempio, il licenziamento. Lo Stato non li supporta e continua a chiedere loro di fare sforzi enormi per l’economia e il pagamento di tasse sempre più alte. Speriamo che tutto questo un giorno possa finire al più presto e che i Governi capiscano che creare lavoro è la cosa più importante.

Ti è piaciuto l’articolo? Se hai dei suggerimenti facci sapere nei commenti

Ti potrebbe interessare anche: Quali sono le società di capitali